Determina aggiudicazione provvisoria per l’acquisizione di un pacchetto chiuso, di agenzia di viaggi per il rilascio di titoli di visite guidate e/o viaggi d’istruzione – STAGE linguistico ISOLA di MALTA a SLIEMA A. S. 2018/2019


Integrazione circolare n. 103 – Museo Interdisciplinare Regionale di Messina Servizi Educativi Territoriali 2018/19 – Corso di aggiornamento Docenti scuole statali e paritarie ogni ordine e grado


Educazione finanziaria nelle scuole – Progetto di formazione della Banca d’Italia per i docenti – A. S. 2018/2019


Museo Interdisciplinare Regionale di Messina Servizi Educativi Territoriali 2018/2019 – Corso di aggiornamento Docenti scuole statali e paritarie ogni ordine e grado


I mandala ed il loro potere “meditativo e riappacificatore”: le terze B e C della Piaggia sperimentano un nuovo percorso artistico

Si sente parlare sempre più spesso dei Mandala. Ma cosa sono? La parola mandala viene dal sanscrito e significa cerchio, ciclo.

Sono figure molto antiche che compaiono per la prima volta nei Veda, gli antichi libri della religione indù. I mistici se ne servivano nei loro momenti di riflessione e solitudine.

Con la parola mandala si intende la totalità, l’essenza (manda) e “colui che possiede l’essenza” (-la). Se ci si riferisce a un cerchio, il mandala è una rappresentazione essenziale e geometrica dell’universo.

Secondo le religioni buddista e induista, questa figura concentrica è in grado di trasmettere calma e serenità a chi la disegna.

Gli alunni delle classi III B-C della primaria Piaggia lo hanno sperimentato, realizzando cartelloni dopo aver effettuato un percorso sulle caratteristiche dei colori nelle ore di educazione all’immagine.

Hanno colorato dei mandala con i colori caldi, freddi, primari e secondari, creando personali effetti speciali di colore, coadiuvati dalle insegnanti Margherita Maggio, Mariella Salvo e Antonella La Malfa.

Le insegnanti hanno spiegato agli alunni che il mandala è un simbolo spirituale e rituale che rappresenta l’universo e che oltre a essere una forma d’arte, è usato dalle suddette religioni (anche quella tibetana) per focalizzare l’attenzione, ed aiutare la meditazione e la concentrazione fin da piccoli.

IMG_2933
IMG_2931
IMG_2932
Loading image... Loading image... Loading image...

Manifestazione Π – Day – 14 marzo 2019 – Quiz on line di matematica per tutti gli studenti di scuole di ogni ordine e grado


Iniziativa nazionale #ioleggoperchè – Edizione 2019


Integrazione graduatorie di istituto del personale docente, in attuazione del D.M. 3 giugno 2015 n. 326

Decreto Dipartimentale n. 73 del 28/01/2019

Modello A3

Modello A5


Cessazioni dal servizio del personale scolastico dal 1° settembre 2019 a seguito delle disposizioni in materia di accesso al trattamento di pensione anticipata – Indicazioni operative


Individuazione supplenti personale docente



Al via da febbraio i progetti sportivi all’Istituto Comprensivo Primo

Giorno 5/02/2019 saranno avviati i progetti di promozione sportiva di pallavolo e rugby, realizzati in collaborazione con le società sportive CSI e Amatori Milazzo Rugby.

L’Istituto Comprensivo Primo, come auspicato dal MIUR, realizza, anche nel corrente anno scolastico, protocolli d’intesa con le realtà presenti sul territorio con la finalità di diffondere la cultura sportiva tra i giovani

Sono state previste 4 ore di lezione nelle classi ponte delle scuole primaria e secondaria dell’Istituto.

Le lezioni saranno effettuate da tecnici sportivi che, a titolo gratuito, collaboreranno con le docenti di classe in orario curriculare.


Convocazione Consigli di classe per le operazioni di scrutinio 1° quadrimestre


Donare gli organi è un gesto d’amore – Convegno dell’IC Primo Milazzo, il 20 febbraio 2019

Grazie nonno, credo di uscire da questo colloquio consapevole della grande utilità e dell’impegno che tante persone come te impiegano per portare avanti questa importante iniziativa, da parte mia riporterò ai miei coetanei questo messaggio: “Donare è una scelta di civiltà.

Decidere di donare i propri organi e tessuti dopo la morte è un gesto di solidarietà che consente di salvare altre vite e rendere migliore l’esistenza di pazienti colpiti da patologie invalidanti”.

Sono molto orgogliosa del tuo lavoro e se tu vorrai sarò lieta di aiutarti a promuovere questo tuo progetto.” Con queste parole si chiudeva un’intervista realizzata lo scorso anno per un Concorso giornalistico scolastico.

Partiamo da queste bellissime parole, per continuare l’impegno dell’IC Primo Milazzo a sensibilizzare i ragazzi su un argomento tanto delicato come quello della donazione degli organi.

Lo facciamo con un convegno rivolto alle classi terze, che mira a portare un messaggio importante: donare gli organi è un atto di solidarietà e un gesto di amore verso chi soffre.

Il 20 febbraio 2019 dalle ore 10,00 alle ore 12,00, l’auditorium della scuola secondaria G. Garibaldi, sarà il teatro per la proiezione di un video sulla donazione degli organi: “Da una vita spezzata, un’altra vita può risorgere”.

Il video ribadisce che ogni donazione è frutto di una perdita, ma è un grande simbolo di speranza, da cui ripartire per accettare il dolore e la sofferenza.

È questa la forza che sostiene l’Associazione italiana donatori organi e l’Aido sezione di Milazzo, che, in collaborazione con L’ASP provinciale di Messina dedicherà la mattinata agli alunni.

Cos’ è l’Aido? Una Onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale) che opera su tutto il territorio nazionale ed ha come finalità la promozione della cultura della donazione degli organi, tessuti e cellule.

Promuove la conoscenza di stili di vita sani e provvede alla raccolta di dichiarazioni di volontà favorevole alla donazione post mortem.

Al saluto del Dirigente Scolastico dott.ssa Elvira Rigoli, seguirà quello del prof. Vittorio Cannata, Presidente dell’Aido – sezione di Milazzo.

Gli interventi del dott. Antonio Pontoriero, nefrololgo presso l’ospedale G. Fogliani di Milazzo e della dott.ssa Santa Lombardo, Dirigente Psicologo presso il distretto socio – sanitario mamertino, mireranno a far comprendere ai ragazzi l’importanza di sane abitudini di vita, per evitare spiacevoli conseguenze nell’età adulta.

Chiuderà l’incontro, la toccante testimonianza di Maurizio Munafò, padre della 19enne milazzese Alba, morta in un incidente stradale. La famiglia Munafò ha voluto donare gli organi della figlia, per far rivivere altre persone in gravi condizioni di salute e proprio ad Alba è intitolata la sezione Aido di Milazzo.

Sempre a lei, è stato dedicato il video: “La vita è un dono, donala”, in corsa all’edizione di Ciak- ScuolaFilmfest 2019, realizzato lo scorso anno dalle alunne della III B, Ludovica Bernasconi, Giorgia Gemelli, Giorgia Coppolino e Aurora Impalà.

Le allieve hanno anche vinto il 14 dicembre scorso, una menzione speciale alla nona Edizione del Concorso sulla donazione degli organi “Ricordando Rossella”, promosso dall’IC Luigi Pirandello di Patti.

Anche la classe II C ha realizzato quest’anno, un video tratto da un’emozionante lettera, scritta dalla madre di una ragazza di Catanzaro morta in un incidente stradale, i cui organi hanno salvato quattro vite.