Ultima modifica: 22 Marzo 2019
IC Primo Milazzo > Avvisi > Soroptimist International Club di Milazzo : I edizione del Concorso Scrivi la tua fiaba…C’era una volta , alla scuola secondaria Garibaldi

Soroptimist International Club di Milazzo : I edizione del Concorso Scrivi la tua fiaba…C’era una volta , alla scuola secondaria Garibaldi

Il 21 marzo alle ore 16,00 si è svolta nell’auditorium della scuola secondaria G. Garibaldi la cerimonia di premiazione della prima edizione  Concorso; Scrivi la tua fiaba …C’era una volta , indetto dall’associazione Soroptimist International Club di Milazzo  che ha visto la partecipazione di 63 alunni partecipanti, di tutte le classi prime. Dopo i saluti di benvenuto della dirigente dott.ssa Elvira Rigoli, hanno  preso la parola la referente prof.ssa Maria Grazia Caliri e la presidente dell’associazione prof.ssa Mattia Lazzara . Dopo un video di presentazione proiettato dalla prof.ssa Mariella Sclafani che ha sostituito la segretaria dell’associazione , la cerimoniera dott.ssa Raffaella Catania ha coordinato le varie tappe della cerimonia e presentato gli alunni autori delle fiabe ,che hanno ricevuto l’attestato di partecipazione. I genitori degli alunni partecipanti hanno potuto cogliere ed apprezzare il lavoro fatto dai propri figli ed avranno la possibilità di leggere le fiabe che saranno pubblicate su Repubblica@scuola. Dopo un certosino lavoro di correzione, la commissione giudicatrice , ha deliberato all’unanimità vincitore assoluto del Concorso   l’alunno Nanì Benedetto , con la fiaba “Jack nel mondo incantato”, si è aggiudicata il  secondo posto l’alunna Nanì Alexandra con la fiaba “Il regno di Happylandia” al terzo posto si è classificata l’alunna Providenti Laura con la fiaba “La principessa Pan di Zenzero”. Due menzioni d’onore  sono andate alle alunne Beschi Arianna per la fiaba “Il coniglio marrone ed il coniglio bianco” e a Impellizzeri Carla per la fiaba “Cocò e la malattia” .Il concorso ha contribuito a   promuovere  le  competenze scrittura ed  emotiva degli allievi. Il pomeriggio è stato allietato da uno spettacolo messo in scena da quattro alunne della III A del Liceo classico G.B .Impallomeni di Milazzo; Rosatindara Abate, Adriana Costagiorgiano, Virginia Crimi, Arianna Grasso, Amalia Chiara Salvadore  e Giulia Scalzo  che hanno presentato al pubblico la favola di Cappuccetto Rosso, rivisitandone la morale.  Nella giornata della memoria delle vittime innocenti di mafia abbiamo voluto esorcizzare le brutture della realtà con questo evento che ha visto protagonisti 63 alunni e le loro fiabe che tutt’altro che letture per bambini, sono state concepite come strutture narrative che hanno dato forma, senso e significato a una realtà condivisa. Tutte le fiabe scritte dai ragazzi coordinati dalle docenti di lettere  Adamo Lucia ( I A) ,Maria Grazia Caliri (I B) ,Giovanna Dei ( I C) Maria Luisa Currò( I D) ,  Denise Cavallaro ( I E) , nella loro struttura semplice , hanno trattato problemi umani universali e trasmesso  messaggi positivi . 

Abbiamo chiesto agli alunni partecipanti  cosa significa, leggere e scrivere fiabe e riassunto le loro risposte in 5 punti essenziali:

  • Entrare in un mondo immaginario:   La creazione di un mondo differente dal nostro, in cui tutto è possibile. Ma non è sempre così.

  • Avventura: c’è sempre avventura in storie di questo genere. Ci sono problemi da risolvere, situazioni da capovolgere come nella vita reale .

  • Morale: anche se non in tutte, le fiabe  nascondono una morale .

  • Distensione: leggere fiabe ci distende,  dovrebbero  diventare una lettura periodica, da alternare a letture più impegnate.

  • Cultura: la lettura di fiabe ci fa conoscere un popolo e le sue tradizioni, il folclore e il suo bagaglio storico, scriverle è un esercizio di scrittura creativa .

 La magia delle fiabe è indiscussa:  i ragazzi volano con la fantasia, si immergono in avventure con personaggi immaginari , sognano ad occhi aperti e la  preziosità di molte fiabe consiste nel messaggio che trasmettono:  che la vita può essere affrontata con la fiducia di poter superare le sue difficoltà o di accettare un’eventuale sconfitta , che il Bene vince sul Male, che il coraggio e la lealtà pagano, mentre la malvagità e la scorrettezza non sortiscono alcuna vittoria. Grazie al Concorso, gli alunni lo hanno potuto sperimentare.

IMG-20190322-WA0000
IMG-20190322-WA0003
IMG-20190322-WA0002
IMG-20190322-WA0001
IMG-20190322-WA0004
IMG-20190322-WA0005
IMG-20190322-WA0007
IMG-20190322-WA0008
IMG-20190322-WA0009
IMG-20190322-WA0006
IMG-20190322-WA0010
IMG-20190322-WA0012
IMG-20190322-WA0011
IMG-20190322-WA0013
IMG-20190322-WA0014
IMG-20190322-WA0017
IMG-20190322-WA0016
IMG-20190322-WA0015
IMG-20190322-WA0019
IMG-20190322-WA0021
IMG-20190322-WA0018
IMG-20190322-WA0020
IMG-20190322-WA0023
IMG-20190322-WA0024
IMG-20190322-WA0025
IMG-20190322-WA0022
IMG-20190322-WA0026
Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image... Loading image...